DOCENTI ABILITATI – IL CONITP CONTINUA LA LOTTA

 

Ancora una volta il Ministero e parlamento non ascolta le proposte del CONITP ,  il Ministero sta studiando delle novità per la fase transitoria, dovrebbero essere  bandite  delle selezioni provinciali, ossia dei concorsi solo in quelle provincie ove effettivamente servirebbero nuovi docenti e per le sole classi di concorso che risulterebbero effettivamente esaurite di docenti precari.

Il CONITP afferma che per i docenti precari, iscritti nella seconda fascia delle graduatorie di istituto non hanno bisogno di sostenere nuove prove concorsuali per dimostrare di essere buoni docenti, hanno già conseguito un  abilitazione  e tanta esperienza in campo didattico, accettando supplenze.

Per tale motivo il conitp  boccia il piano transitorio che l’attuale governo vorrebbe attuare per la stabilizzazione di tali docenti.

Il governo dovrebbe, dapprima,  porre fine alle disparita’ di trattamento e di ingiustizia inserendo questi,con una delega, alle graduatorie provinciali ad esaurimento per consentire loro di ottenere il ruolo, questo provvedimento per gli abilitati pas e tfa sarebbe volto alla loro stabilizzazione.

 

Purtroppo il problema principale e rappresentato dal fatto che  proprio un Governo di sinistra chiuse le graduatorie permanenti trasformandole “ ad esaurimento”   ed oggi per evitare di accollarsi un eredità pesante in quella decisione sbagliata l’attuale  Governo  non vuole aprire le GAE.

La proposta del CONITP è di formare una graduatoria provinciale , un concorso per soli titoli , da dove attingere per i ruoli.