IL CONITP HA PRESENTATO EMENDAMENTI A IN PARLAMENTO A SOSTEGNO DEI DOCENTI E ATA

RICHIESTE DEL CONITP

 

Il CONITP ha presentato alla camera dei deputati una memoria di proposte emendative:

Tra le proposte

L’inserimento di tutti gli abilitati nelle GaE, diplomati magistrale, PAS, scienze formazione primaria , TFA e abilitati tramite vecchi concorsi , mobilità docente su tutti i posti disponibili anche dell’organico di fatto, sblocco supplenze ATA , abrogazione limite dei 36 mesi .

L’estensione per  l’inserimento nelle GaE ai docenti abilitati, iscritti ai corsi abilitanti a numero chiuso organizzati dalle Facoltà di Scienze della Formazione primaria, dalle Accademie e dai Conservatori negli anni scolastici.

Il reinserimento di tutti i docenti di ruolo cancellati dalle GaE per aver avuto un immissione in ruolo in regioni molto distanti dalla propria residenza;

Il reinserimento di tutti i docenti precari, in passato già presenti nelle  GaE;

Emendamento reinserimento in GAE

1)   Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, sono disposte le modalità per consentire l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento dei docenti in possesso di abilitazione conseguita a seguito di diploma magistrale o scuola magistrale, TFA, PAS, Scienze formazione primaria.

Motivazione

L’esigenza di tale emendamento risulta, in attuazione dell’articolo 3 della Costituzione della Repubblica italiana, dalla necessità di sanare una evidente disparità di trattamento tra personale in possesso di pari titolo abilitante, permettendo ai docenti che hanno conseguito o che stanno per conseguire il titolo abilitante tramite procedure di reclutamento .

La proposta emendativa non comporta nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

 

Emendamento per inserimento di tutti i docenti abilitati nelle graduatorie ad esaurimento, e con riserva degli iscritti al TFA

  1. Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca,  sono disposte le modalità per consentire l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento entro a pieno titolo secondo il proprio punteggio, dei docenti in possesso  della relativa abilitazione conseguita a seguito di procedure selettive ,concorso ordinari , attraverso percorsi riservati o diploma o scuola magistrale.

Motivazione

La norma intende sanare la situazione in cui versano i docenti abilitati con TFA , PAS, SFP; Magistrale non inseriti in GAE per un cavillo burocratico di chiusura della Graduatorie ad esaurimento senza trovare un percorso alternativo per coloro che si sono abilitati successivamente alla chiusura delle GAE.

 Emendamento blocco supplenze dopo 36 mesi

 Viene abrogato il comma 131 della legge 107/2015: "131. A decorrere dal 1º settembre 2016, i contratti di lavoro a tempo determinato stipulati con il personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, per la copertura di posti vacanti e disponibili, non possono superare la durata complessiva di trentasei mesi, anche non continuativi."

 

Blocco supplenze ATA

Abrogato comma 332 della Legge di Stabilità 2015 ( legge 190/14) , che prevede “dal 1º settembre 2015, non si possono conferire le supplenze brevi agli assistenti amministrativi, con eccezione per le scuole con organico di diritto superiore a tre posti,  il blocco degli assistenti tecnici e i collaboratore scolastici per i primi sette giorni di assenza”. 

 

Mobilità docenti

1)    eliminazione del vincolo triennale che lega i docenti alla provincia di immissione in ruolo previsto dalla Legge 107/2015 . Possibilità di presentazione delle domande di trasferimento e passaggio per tutti i docenti .

2)    trasformazione dell’organico di fatto in organico di diritto;

 

 

Rinnovo Contratti  personale scuola

Il CONITP ha chiesto di sbloccare i contratti dei docenti e  ATA fermi ormai da 7 anni  adeguando i salari a livelli europei poiché gli stipendi degli insegnanti italiani e ATA ,Italiani ,  sono tra i più bassi in Europa. Il contratto, e il suo rinnovo, sono un diritto per tutti i lavoratori e le lavoratrici di tutto il settore pubblico.

Il CONITP in merito propone di eliminare il bonus per i docenti meritevoli , che ha provocato tanto malcontento nei docenti e utilizzare i fondi per il rinnovo del contratto.