AVVISO VALIDO SOLO PER coloro  CHE INTENDONO PARTECIPARE AL CONCORSO STRAORDINARIO PER IL RUOLO

 Il ministero dell’istruzione ha sospeso i termini per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso straordinario per il ruolo. Il provvedimento è dovuto al fatto che, a breve, l’amministrazione dovrà emanare un nuovo decreto per recepire le modifiche al bando di concorso, che dovranno essere adottate  per effetto degli emendamenti al decreto scuola che stanno per essere approvati.

Il Ministero dell’Istruzione, con la nota 12598 del 21 maggio 2020, ha trasmesso agli Uffici scolastici regionali (USR) lo Schema di Decreto Interministeriale con allegate le tabelle sulle dotazioni organiche del personale ATA per l’a.s. 2020/2021.

La consistenza complessiva delle dotazioni organiche a livello nazionale è di 203.360 posti.

Il Ministero, per la rideterminazione dell’organico 2020/2021, ha utilizzato gli stessi criteri dello scorso anno scolastico.

CLASSI POLLAIO – SOPRANNUMERARI DOCENT IE ATA

CONTESTAZIONE AL GOVERNO DEL CONITP

“Il prossimo anno scolastico non avremo taglio di organico”

Queste affermazioni sono arrivate dal Governo più di una volta , ma visto il taglio delle classi che gli USP/USR  hanno disposto , il  Governo non ha cambiato  direzione rispetto agli anni scorsi .

Anche con gli organici ATA stessa situazione , il Ministro  parla di “blocco organici ATA per il 2020/2021 “  ma intanto ci sono tanti posti in meno , basta guardare la tabella allegata al decreto 12598 del 21/05/2020.

L’annuncio del Ministro e dei politici  “conferma degli organici “  DOVREBBE  AVERE UN SENSO DIVERSO , bloccare gli organici per ogni scuola senza l’individuazione dei soprannumerari , CONFERMATE IN TOTO  gli organici docenti e ATA .

Invece sono tanti i docenti che hanno dovuto presentare domanda di soprannumerarietà e saranno altrettanti gli ATA che perderanno la titolarità sopratutto nelle regioni del SUD.

 La scuola italiana aveva bisogno di ridurre il numero di studenti per classe e dell’allungamento del tempo scuola già molto prima di questa emergenza sanitaria , e ancora una volta è stato tutto disatteso , molti istituti si sono ritrovati con classi in meno ( quindi aumento di alunni per classe)  tagliate dagli USP per rispettare i parametri imposti dal Ministero.

Altro che eliminazione delle classi pollaio , le classi rimarranno sempre numerose NON E’ CAMBIATO NULLA  nemmeno con il COVID-19 , anche il personale ATA tagliato in passato non sarà ripristinato .

Il CONITP , essendo autonomo e non politicizzato , rispetto ad altri sindacati  , che salvaguardano le decisioni del Governo difendendolo , CONTESTA  FORTEMENTE  le scelte effettuate  dal MIUR ed invita il Ministro con i sottosegretari e vice Ministro a scendere nelle scuole Italiane e a chiedere ai dirigenti il numero di alunni per classi approvato dall’USP di riferimento, per rendersi conto che le classi saranno sempre numerose .

Un buon Governo non può fare affermazioni pubblicistiche e poi nei fatti la situazione è sempre la stessa , probabilmente anche peggio . Il CONITP   sollecita  il MIUR  a rivedere gli organici  docenti e ATA ampliandoli.

il MIUR  ha firmato il decreto per le 4.500 immissioni in ruolo sui posti Quota 100. 

I ruoli saranno pubblicati dagli uffici scolastici indicazioni dei posti e convocazioni in ruolo, pertanto il CONITP invita a controllare dai siti USP ( per nomine dalle GAE ) USR ( per nomine dai concorsi ).

Le assunzioni si svolgono per il 50% dalle GaE e per il 50% dalle graduatorie dei concorsi (2016 infanzia primaria e secondaria, 2018 infanzia primaria e secondaria)
Pertanto in caso di posizione utile si invita a verificare sul sito dell'usp o per quanto concerne nomine dai concorso USR . 

L’assegnazione delle province e delle sedi avverrà sui posti vacanti e disponibili per l’intero anno scolastico 2019/2020, 

 L’assegnazione delle sedi ai soggetti immessi in ruolo ai sensi dell’articolo 1 avverrà con priorità rispetto alle ordinarie operazioni di mobilità e di immissione in ruolo da disporsi per l’anno scolastico 2020/2021

https://www.miur.gov.it/esami-di-stato;    

 

La commissione si riunisce il 15 giugno, gli esami per i candidati avranno inizio il 17.

Il credito è stato riformulato: il triennio vale fino a 60 punti, il colloquio fino a 40. Il punteggio minimo rimane 60/100, quello massimo 100/100. Si potrà assegnare la lode.

La commissione sarà formata da 6 commissari interni e dal Presidente esterno.

Tutte le operazioni si svolgeranno in presenza a meno che le condizioni epidemiologiche non lo consentano e con specifiche deroghe per casi particolari.

Il colloquio si svolgerà in cinque parti:

a) discussione di un elaborato concernente le discipline di indirizzo (quelle individuate come oggetto della seconda prova)

b) discussione di un breve testo, già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana durante il quinto anno e ricompreso nel documento del consiglio di classe

c) analisi, da parte del candidato, del materiale scelto dalla commissione

d) esposizione da parte del candidato, mediante una breve relazione ovvero un elaborato multimediale, dell’esperienza di PCTO svolta nel corso del percorso di studi;

 

e) accertamento delle conoscenze e delle competenze maturate dal candidato nell’ambito delle attività relative a “Cittadinanza e Costituzione”.

Con il nuovo decreto per il personale ATA non cambia nulla
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto legge del 16 maggio 2020, n. 33, contenente “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”
Al suo interno, all’articolo 1 comma 13 leggiamo: Le attivita’ didattiche nelle scuole di ogni  ordine  e  grado, nonche’ la frequenza delle  attivita’  scolastiche  e  di  formazione superiore,  comprese  le  Universita’  e  le  Istituzioni   di   Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica,  di  corsi  professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e universita’ per anziani, nonche’ i corsi professionali e  le  attivita’  formative  svolte  da altri enti pubblici,  anche  territoriali  e  locali  e  da  soggetti privati,  sono  svolte  con  modalita’  definite  con   provvedimento adottato ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020.”
A seguito dei provvedimenti approvati , si ritiene opportuno confermare  le disposizioni di cui alla Nota Dipartimentale 622/2020.
Resta ferma, per i Dirigenti Scolastici, la possibilità di usufruire della presenza del personale in sede limitatamente alle attività ritenute indifferibili, nel rispetto delle condizioni di sicurezza.”
Questo è il contenuto della nota n. 682 diffusa dal Ministero il 15 maggio, in cui si conferma la prosecuzione del lavoro agile nelle scuole.
I Dirigenti Scolastici potranno dunque usufruire della presenza del personale a scuola solo per attività indifferibili.
Il provvedimento è valido fino a nuovo avviso o specifici interventi normativi.

CORSI DI PREPARAZIONE CONCORSI

Ordinario e straordinario

 

Sono aperte le iscrizioni al corso di preparazione per i Concorsi :

 

ORDINARI

 

Il CONITP  offre una preparazione di altissima qualità attraverso dirigenti MIUR formatori.

 

I nostri corsi prevedono un approfondimento didattico –metodologico delle aree previste dal Decreto Ministeriale .

Tutte le lezioni si terranno nella sede autorizzata di Marigliano con una constante assistenza (docenti e dirigenti  esperti delle aree previste e con una forte esperienza in ambito di formazione ai concorsi).

 

Il corso comprende  una piattaforma  strutturata da esperti informatici , dove saranno caricati materiali di studio , webinar , videolezioni  e un tutor online per l’assistenza su quesiti.

 

Per info

 

CONITP ( sindacato autonomo)

Viale della Rinascita  ,5 San Gennarello di Ottaviano Napoli- 80040 –

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

RICORSI GRATUITI PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO STRAORDINARIO PER  POSTI DI SOSTEGNO INFANZIA E PRIMARIA

Il Sindacato CONITP  , da anni al fianco dei precari della scuola italiana, si batterà nelle aule di giustizia  avviando  RICORSI GRATUITI PER GLI ISCRITTI .

In particolare avvierà un ricorso per far partecipare al concorso straordinario per il sostegno ai docenti senza titolo ma che hanno svolto 3 anni di servizio su posti di sostegno PER LA SCUOLA INFANZIA E PRIMARIA

Documenti :

  1. scheda di adesione; 2. documento e C.F.; 3. autocertificazione dei titoli di servizio e di studio; 4. procura.

Il costo del ricorso è TOTALMENTE GRATUITO PER GLI ASSOCIATI .

RICORDIAMO CHE IL CONITP  lavora in modo serio tutelando gli interessi dei propri associati ,realmente.

TUTTI I CONCORSI PUBBLICATI 

 

 

Concorso straordinario secondaria,

  • procedura per docenti con tre anni di servizio nella scuola statale, di cui uno specifico.
  • prova computer based a risposta multipla
  • 80 quesiti in 80 minuti, da superare con punteggio minimo di 56/80.

 

Il decreto dovrebbe essere pubblicato a breve , mentre le domande saranno effettuate tra giugno e luglio 2020.

Requisiti di accesso

La partecipazione alla procedura è riservata ai soggetti, anche di ruolo, che, congiuntamente, alla data prevista per la presentazione della domanda, posseggono i seguenti requisiti:

  1. tra l’anno scolastico 2008/2009 e l’anno scolastico 2019/2020 hanno svolto, su posto comune o di sostegno, almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.

Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione è considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso, fermo restando quanto previsto alla lettera b).

I soggetti che raggiungono le tre annualità di servizio prescritte unicamente in virtù del servizio svolto nell’anno scolastico 2019/2020 partecipano con riserva alla procedura straordinaria. La riserva è sciolta negativamente qualora il servizio relativo all’anno scolastico 2019/2020 non soddisfi le condizioni di cui al predetto articolo 11, comma 14, entro il 30 giugno 2020;

  1. hanno svolto almeno un anno di servizio, tra quelli di cui alla lettera a), nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre.

Il servizio prestato sulla classe di concorso A-29 è ritenuto valido ai fini della partecipazione per la classe di concorso A-30 e il servizio prestato sulla classe di concorso A-66 è ritenuto valido ai fini della partecipazione alla classe di concorso A-41, purché congiunto al possesso del titolo di studio di cui alla lettera c, primo periodo;

  1. per il posto comune, il titolo di studio previsto dall’articolo 5, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, coerente con la classe di concorso richiesta fermo restando quanto previsto dall’articolo 22, comma 2, del predetto decreto con riferimento alle classi di concorso a posti di insegnante tecnico-pratico, individuate dal decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19 come modificato dal decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 9 maggio 2017, n. 259, ovvero il titolo di abilitazione o di idoneità concorsuale nella specifica classe di concorso, ovvero posseggono i titoli di studio previsti per la fase transitoria dall’allegato E al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 9 maggio 2017, n. 259, con riferimento alle classi di concorso a posti nei licei musicali e coreutici relativi agli insegnamenti di nuova istituzione, secondo quanto disposto alle note 1, 2, 3 e 4 alla specifica tabella.
  2. per il posto di sostegno, il titolo di accesso alla procedura e l’ulteriore specializzazione per il relativo grado, salvo quanto stabilito al comma 3.
  3. Il servizio di cui al comma 1, lettere a) e b), è valido solo se:
    a. prestato nelle scuole secondarie statali;
    b. prestato nelle forme di cui al comma 3 dell’articolo 1 del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 134, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2009, n. 167, nonché di cui al comma 4-bis dell’articolo 5 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, ai sensi di quanto previsto dall’articolo 1, comma 6, del Decreto Legge. Il predetto servizio è considerato se prestato come insegnante di sostegno oppure in una classe di concorso compresa tra quelle di cui all’articolo 2 del decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19, e successive modificazioni, incluse le classi di concorso ad esse corrispondenti ai sensi del medesimo articolo 2.

 

 

Concorso ordinario infanzia e primaria, dal 15 giugno al 31 luglio

Il decreto per il concorso infanzia/primaria  è pronto ,  domande vanno  presentate tra il l 15 giugno al 31 luglio.

Le domande saranno presentate tramite procedura telematica. Sarà richiesto il versamento di un contributo di 10 euro per ogni procedura. Si può partecipare a max 4 procedure, se in possesso dei requisiti richiesti: infanzia, primaria, sostegno infanzia e sostegno primaria.

Requisiti di accesso

Posti comuni

  • laurea in Scienze della formazione primaria oppure
  • diploma magistrale  con  valore  di  abilitazione  e  diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli  istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero  e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente,  conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

 

Concorso ordinario scuola secondaria,

Posti disponibili

I posti saranno circa 25.000 mila per il concorso ordinario- da suddividere tra posto comune e sostegno.

Concorso scuola secondaria: requisiti

Posti comuni:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Controlla classi di concorso a cui puoi accedere con la tua laurea oppure
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente

Per i posti di insegnante tecnico-pratico (ITP) il requisito richiesto sino al 2024/25 è:

il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

 

Concorso straordinario solo per abilitazione,

Dalla procedura per il conseguimento dell’abilitazione sono escluse le classi di concorso
A29 Musica negli istituti di istruzione secondaria di II grado
A66  trattamento testi, dati ed applicazioni. Informatica
B01 Attività pratiche speciali
B29 Gabinetto fisioterapico
B30 Addetto all’ufficio tecnico
B31 Esercitazioni pratiche per centralinisti telefonici
B32 Esercitazioni di pratica professionale
B33 Assistente di Laboratorio   ex C999 II GRADO PERS. I.T.P.(L.124/99,ART.8 COM.3)

La procedura straordinaria è indetta a livello nazionale ma si potrà scegliere solo una regione per la quale partecipare.

Requisiti di accesso

  1. a. aver svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, tra l’anno scolastico 2008/09 e il 2019/20

Il servizio svolto su posto di sostegno, anche in assenza di specializzazione, è considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso, fermo restando quanto previsto alla lettera b).

b.aver svolto almeno una annualità di servizio, tra quelle di cui alla lettera a), nella specifica classe di concorso per la quale si sceglie di partecipare.

E’ possibile far valere il servizio dell’anno scolastico 2019/20, purché entro il 30 giugno 2020 si raggiunga il requisito dell’annualità.

Il servizio prestato sulla classe di concorso A-29 è ritenuto valido ai fini della partecipazione per la classe di concorso A-30 e il servizio prestato sulla classe di concorso A-66 è ritenuto valido ai fini della partecipazione alla classe di concorso A-41, purché congiunto al possesso del titolo di studio di cui alla lettera c.

  1. c. titolo di studio di accesso idoneo per la classe di concorso scelta.

Docenti di ruolo

I docenti di ruolo delle scuole statali possono partecipare alla procedura  in deroga al requisito di cui al comma 1, lettera b), purché in possesso dei requisiti di cui alle lettere a) e c);

 

 

IN ALLEGATO I BANDI E POSTI DISPONIBILI 

CONITP ( sindacato autonomo)

Sede Nazionale

Via della Rinascita  ,5  San Gennarello di Ottaviano Napoli- 80040 -Tel 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

WWW.conitp.it   -  posta certificata  –   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

CLASSI POLLAIO – SOPRANNUMERARI

CONTESTAZIONE AL GOVERNO DEL CONITP

“Il prossimo anno scolastico non avremo taglio di organico”

Queste affermazioni sono arrivate dal Governo più di una volta , ma stando all’attribuzione delle classi che gli USP/USR stanno predisponendo , non sembra affatto che il Governo abbia cambiato direzione rispetto agli anni scorsi .

 La scuola italiana aveva bisogno di ridurre il numero di studenti per classe e dell’allungamento del tempo scuola già molto prima di questa emergenza sanitaria , e ancora una volta è stato tutto disatteso , molti istituti si sono ritrovati con classi in meno ( quindi aumento di alunni per classe)  tagliate dagli USP per rispettare i parametri imposti dal Ministero.

Questo dato è   sconcertante in quanto a breve molti docenti avranno comunicazione che saranno soprannumerari E SARANNO COSTRETTI A FAREDOMANDE DI TRASFERIMENTO con la possibilità che saranno attribuiti a sedi ancora più lontane.

Altro che eliminazione delle classi pollaio , le classi rimarranno sempre numerose NON E’ CAMBIATO NULLA  nemmeno con il COVID-19.

Il CONITP , essendo autonomo e non politicizzato , rispetto ad altri sindacati  , che salvaguardano le decisioni del Governo difendendolo , CONTESTA  FORTEMENTE  le scelte effettuate  dal MIUR ed invita il Ministro con i sottosegretari e vice Ministro a scendere nelle scuole Italiane e a chiedere ai dirigenti il numero di alunni per classi approvato dall’USP di riferimento, per rendersi conto che le classi saranno sempre numerose .

Un buon Governo non può fare affermazioni pubblicistiche e poi nei fatti la situazione è sempre la stessa. Il CONITP   sollecita  la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, invitandola a procedere a un potenziamento degli organici  e intervenire contro le cosiddette classi pollaio.

Pagina 2 di 22