Domande di mobilità DOCENTI E ATA 2016

 
 

IL CONITP  con grande disappunto critica l’impianto della mobilità , in particolare inadeguati i tempi  rispetto ai problemi complessi da gestire della mobilità , 11 giorni sono troppo pochi  per presentare la domanda per la FASE A dall’11 al 22 aprile.

Nessuna certezza per gli assunti da fase B e C che saranno costretti alla ruota della fortuna per l’attribuzione della provincia.

Chi si trasferisce in altra provincia e non sarà fortunato nella prima scelta effettuata , sarà titolare su ambito e non su scuola.

Ancora una volta tutti i sindacati firmano un contratto irrisorio , contorto , che non tutela nessuno. 

 

 FASE A

Si svolge con le vecchie regole. Ha di base due fasi: comunale e provinciale. Include anche la mobilità professionale su scuola calcolata alla fine della mobilità territoriale con il 25% dei posti (compresi quelli interprovinciali).

FASE B

Ha tre fasi.

B1 e B2. fasi riservate agli assunti entro il 14/15 che possono andare su scuola all’interno del primo ambito scelto (trasferimento o passaggio di ruolo interprovinciali). Indicando altri ambiti otterranno titolarità su ambito e non su scuola.

B3. Fase riservata ai neo assunti B e C da concorso. Tali docenti avranno un posto accantonato nella provincia di attuale assunzione. La titolarità è su ambito.

 

FASE C

Fase riservata ai neo assunti B e C da GAE. Per loro la sede definitiva verrà assegnata in uno degli ambiti di tutto il territorio nazionale. Titolarità su ambito.

FASE D

Fase riservata ai neo assunti 0 e A (GAE/concorso) e B e C da concorso. Potranno produrre domanda anche tra province diverse. Titolarità su ambito.

 

 

TERMINI PER LE OPERAZIONI DI MOBILITÀ

presentazione delle domande di movimento per il personale docente per la prima fase dei movimenti (art. 6 lettera A – fase provinciale):

  • dal 11/4 al 23/4

presentazione delle domande di movimento per il personale docente per le ulteriori fasi dei movimenti (art. 6 lettere B, C e D - fasi interprovinciali e fase provinciale solo per gli assunti da concorso da fasi B e C del piano assunzionale):

  • dal 9/5 al 30/5 .

presentazione delle domande di movimento per il personale ed educativo

  • dal 11/4 al 25/4 .

presentazione delle domande di movimento per il personale A.T.A.

  • dal 26/4 al 16/5
 
 
 
 
 

Docenti della seconda fascia e NON abilitati                                      
CONITP SEMPRE CONTRO Il CONCORSO .

 

il CONITP ribadisce ancora una volta l’assurda Legge 107/2015 nella parte in cui stabilisce che i docenti abilitati compresi i docenti di II fascia devono partecipare al  concorso per essere immessi in ruolo .

Parliamo di docenti  già abilitati che  lavorano da anni nelle scuole statali , questi docenti hanno gli stessi diritti di tutti i docenti abilitati , ma il Governo si è ostinato a non riconoscere un diritto acquisito ( abilitati PAS, TFA ,Scienze Formazione primaria , magistrali ) .

Il CONITP attraverso decine di emendanti presentati alla camera e senato ha chiesto la tutale di questi docenti , ma il Governo è stato finora sordo , si è trincerato dietro le proprie convinzioni che i docenti abilitati devono superare un concorso per insegnare .

Non era difficile aprire le GAE creando una fascia aggiuntiva dove includere tutti i docenti abilitati  o creare una graduatorie provinciale , un  abuso enorme nei confronti di  supplenti , Governo condannato  dall'Europa attraverso il ricorso promosso e discusso dai legali del CONITP , appunto alla corte Europea ,  Il governo Italiano condannato per reiterazione di contratti a tempo determinato nella pubblica amministrazione ha risolto in parte il problema con le assunzioni straordinarie , ma restano fuori circa 150 mila docenti con anni di servizio. 

Il CONITP che sostiene che i concorsi non diano alla scuola la qualità , è da anni contro ogni logica di concorsi nella scuola. Se si vuole fare il conocrso bisogna prima sistemare tutti i docenti con anni di servizio , abilitati e quelli che possiedono anni di insegnamento ma non ancora abilitati.

Che senso ha istituire dei corsi biennali a pagamento (3000 euro a persona) per abilitare docenti che già lavorano e poi fargli fare un concorso, che conoscenze devono testare?

Purtroppo il Governo si è ostinato ad avviare i concorsi , e purtroppo nonostante le tante battaglie , c’è da dire che nulla potrà fermare la macchina ormai avviata del concorso . Le prossime battaglie del CONITP riguarderanno la tutela di tutti i docenti abilitati che non troveranno posto in ruolo con concorso  e per i docenti non ancora abilitati per i quali il CONITP sta avviando un ricorso specifico nei tribunali visto che  il Governo non intende attivare alcun percorso abilitante . 

ATA 24 mesi graduatorie 2016/17: i bandi e le scadenze per ogni regione

 

 

ATA 24 mesi a.s. 2016/17: concorsi per le graduatorie permanenti provinciali profili area A e B. Nota Miur e modelli

 

 Avviata  la procedura che porterà all'indizione dei concorsi per titoli per l'accesso ai ruoli provinciali, relativi ai profili professionali dell'area A e B del personale ATA, ai fini dell'inserimento nelle graduatorie ATA 24 mesi a. s. 2016/17. 

Il MIUR, infatti, con la nota n. 6408 del 07/03/2016, invita gli Uffici Scolastici Regionali,  ad indire i concorsi per soli titoli per i profili professionali del personale ATA dell' area A e B, ai sensi dell' art. 554 del decreto legislativo n. 297/1994 e dell'O.M. 23.02.2009,n. 21.

I requisiti generali d'ammissione sono quelli indicati nella nota MIUR n. 8151 del 13 marzo 2015, che prevede l'applicazione alla procedura concorsuale in argomento dell'art. 38 del decreto legislativo n. 165/2001, come modificato dall'art. 7 della legge n. 97/2013.

Ogni USR adesso dovrà decretare i tempi di scadenza dell’aggiornamento ATA dei 24 mesi , cosa che non avverrà in concomitanza poiché ogni USR si gestisce da se.  

Nella nota n. 6408 si evidenzia che il il servizio civile volontario svolto dopo l'abolizione dell' obbligo di leva è valutabile come servizio svolto presso enti pubblici.

Il personale che intende usufruire dei benefici previsti dagli articoli 21 e 33 commi 5,6,7 della legge n. 104/92 deve compilare l'apposito Allegato H, che va ad integrare la dichiarazione resa dal candidato nei moduli di domanda B1 e B2.

I candidati, già presenti nelle graduatorie ATA 24 mesi e che aggiornano la loro posizione, devono nuovamente dichiarare, nonostante lo avessero fatto lo scorso anno scolastico, i titoli di riserva e i titoli di preferenza limitatamente alle lettere M, N, O, R e S, nonché le dichiarazioni concernenti l'attribuzione della priorità nella scelta della sede di cui agli artt. 21 e 33, commi 5, 6 e 7 della legge n. 104/1992, considerato che si tratta di situazioni soggette a scadenza; se non vengono nuovamente dichiarate, dette preferenze e precedenze si considerano non più possedute.

La scelta delle istituzioni scolastiche, per l'a.s. 2016/201/, avverrà in modalità telematica tramite il modello G presente su Istanze Online.

Modalità, tempi e aspetti specifici della procedura on-line suddetta saranno comunicati con successiva nota.

 

 

USR CHE HANNO PUBBLICATO I BANDI

 

Piemonte scadenza 20 aprile 2016

Sardegna scadenza 18 aprile 2016

 

 

 

modelli DI DOMANDA allegati  : 

Domanda aggiornamento
Domanda inserimento
Miur aoodg per registro ufficiale
Modello Priorità

Il DPCM 23 settembre 2015, agli artt. 2 e 8, afferma chiaramente all'art. 2 “1. I docenti di ruolo a tempo indeterminato presso le Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, hanno diritto all'assegnazione di una Carta, che e' nominativa, personale e non trasferibile.”

 

Poi all’art. 8, comma 2 “Per l'anno scolastico 2015/2016, le risorse sono assegnate ai docenti di cui all'art. 2, inclusi i docenti immessi in ruolo con decorrenza giuridica dal 1 settembre 2015 ai sensi del Piano di assunzioni straordinario di cui alla legge n. 107 del 2015. Nel caso in cui l'effettiva presa di servizio avvenga ad anno scolastico iniziato, le risorse sono comunque assegnate per intero.”

 

Pertanto, per avere diritto al bonus, conta essere di ruolo (e i neoassunti in fase B e C vi rientrano) con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2015 e assumere servizio nel corso dell'anno scolastico, che termina il 31 agosto 2016.

COME SPENDERLO 

La Carta del Docente consente “l'acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all'aggiornamento professionale” (legge 107/2015, art. 1, comma 121). 

La Carta del Docente permette “di sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali” (art. 1, comma 121, legge 107/2015). Di conseguenza, personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, tablet rientrano nella categoria degli strumenti informatici che sostengono la formazione continua dei docenti. Altri dispositivi elettronici che hanno come principale finalità le comunicazioni elettroniche, come ad esempio gli smartphone, non sono da considerarsi prevalentemente funzionali ai fini promossi dalla Carta del Docente, come non vi rientrano le componenti parziali dei dispositivi elettronici, come toner cartucce, stampanti, pennette USB e videocamere.

Le rappresentazioni cinematografiche, l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo non devono essere necessariamente attinenti alla disciplina insegnata, in quanto la formazione professionale del docente riguarda competenze disciplinari e trasversali, scelte educative e metodologie laboratoriali, non riconducibili a una sola e specifica professionalità.

la Carta del Docente può essere usata per “l'iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale o corsi di perfezionamento.

ENTI ACCREDITATI CON IL MIUR  http://archivio.pubblica.istruzione.it/dg_pers_scolastico/enti_accredita...

Con la Carta del Docente si posso sostenere gli esami di certificazione di una lingua straniera , LIM, EIPASS etc. 

 

IL CONITP RICORDA  che ha diverse convenzioni per i propri associati per il conseguimento di titoli di studio come : 

 

master universitari 

corsi di perfezionamento 

corsi di inglese B2,C1,C2 

Corsi LIM 

Corsi EIPASS ,IC3   etc. 

Pubblicati i bandi per il concorso a cattedra per docenti infanzia, I grado, II grado, sostegno.
 La domanda potrà essere presentata esclusivamente on line.

Il concorso è per docenti abilitati,  inclusi i possessori del diploma magistrale entro il 2001/02.

Si potrà inoltrare la domanda a partire dalle ore 8.00 di lunedì 29 febbraio e fino alle ore 14.00 del 30 marzo 2016. 

Il CONITP come sempre offre consulenza specialistica in merito , anche per consigli vari sull'espletamento della domanda e sulle prove.

Per la partecipazione alla procedura concorsuale è dovuto, ai sensi dell' articolo 1, comma 111 della Legge, il pagamento di un diritto di segreteria pari ad euro 10,00 (dieci) per ogni classe di concorso o ambito verticale per i quali si concorre. Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto intestato a: sezione di tesoreria 348 ROMA SUCCURSALE, IBAN: IT 28S 01000 03245 348 O 13 2410 00 Causale:

"regione - classe di concorso o ambito disciplinare verticale - nome e cognome - codice

fiscale del candidato" e dichiarato al momento della presentazione della domanda tramite il sistema POLIS.

 

PROVE

Non è prevista alcuna prova preselettiva, per nessuno degli ordini e gradi di scuola.

PROVA SCRITTA OVVERO SCRITTO-GRAFICA PER I POSTI COMUNI E DI SOSTEGNO

La prima prova sarà, come anticipato dalla nostra redazione, "computer based" (quindi il candidato potrà leggere i quesiti e rispondere attraverso una piattaforma online). La durate è stata determinata in 150 minuti e consterà di 8 quesiti, sei quesiti a riposta aperta saranno disciplinari e didattici.

Per il sostegno, gli 8 quesiti, sei a risposta aperta, saranno inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di sostegno, nonché finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all'inclusione scolastica degli alunni disabili.

Sia per i posti curriculari che di sostegno, degli otto quesiti, 2 saranno in lingua straniera, al fine dell'accertamento delle competenze al livello B2. Le lingue che potranno essere scelte sono: francese, inglese, spagnolo e tedesco. La scelta dovrà avvenire al momento dell'iscrizione. Per quanto riguarda la scuola primaria, è obbligatoria la lingua inglese. Le due domande di lingua saranno, secondo le ultime indiscrezioni  a risposta chiusa e non più a riposta aperta. In pratica il docente dovrà scegliere tra più opzioni 4 o 5 inerenti la comprensione di un testo.

Per quanto riguarda la prova pratica a carattere laboratoriale, essa verterà sugli stessi programmi della classe di concorso. Essi sono raccolti nell'allegato A. Nel caso in cui, nell'allegato A, non ci siano indicazioni sulla durata delle prove, essa sarà determinata dalla commissione.

PROVA ORALE

La prova orale ha durata di 45 minuti (35 minuti di lezione simulata, preceduta da un'illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche, 10 minuti di interlocuzioni con il candidato, da parte della commissione sui contenuti della lezione e anche sui fini dell'accertamento della conoscenza della lingua straniera). La prova orale ha ad oggetto i contenuti disciplinari di insegnamento e aluta la padronanza delle discipline stesse, nonché la capacità di di trasmissione e progettazione didattica, anche con riferimento alle tecnologie dell'informazion e e della comunicazione. Anche la prova orale dovrà valutare la padronanza linguistica di livello B2 in base alla lingua scelta. Per primaria sarà obbligatorio l'inglese.

Per il sostegno, la prova orale valuterà le competenze del candidato nelle attività di sostegno all'alunno con disabilità volte all'pprendimento della lezione curricolare, nonché la relativa capacità di trasmissione e di progettazione didattica con riferimento alle diverse tipologie di sostegno, anche mediante l'impiego delle tecnologie normalmente in uso presso le scuole. Anche per il sostegno, l'orale dovrà testare le competenze in lingua straniera.

 

Si allega tabella di valutazione titoli

Decreti con posti disponibili per regione 

 

Classi di concorso
DM92
DM93
DM94
Infanzia primaria
Secondaria
Sostegno

E' stato pubblicato in Gazzetta il regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento, a norma dell'articolo 64, comma 4, lettera a), del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.
 
limk pubblicazione 
 
 
 

TABELLA A

La Tabella A individua le classi di concorso per la scuola secondaria di primo e secondo grado, i titoli necessari per l'accesso ai percorsi di abilitazione e le corrispondenze con le classi di concorso di cui alle Tabelle A e D, allegate al decreto del Ministro della pubblica istruzione 30 gennaio 1998.
NUOVE  CLASSI  DI  CONCORSO:  DENOMINAZIONE,  TITOLI  DI   ACCESSO, INSEGNAMENTI RELATIVI

NOTE:
1) Le discipline non linguistiche possono essere insegnate  con  la metodologia CLIL da tutti i docenti in possesso di documentazione che certifichi la conoscenza della specifica lingua straniera.
 
Scarica la tabella A

TABELLA B

2. La Tabella B individua le classi di concorso a posti di insegnante tecnico-pratico per la scuola secondaria di primo e secondo grado e i titoli necessari per l'accesso ai percorsi di abilitazione e le corrispondenze con le classi di concorso di cui alla Tabella C allegata al decreto del Ministro della pubblica istruzione 30 gennaio 1998.

Scarica la tabella B

Sono confermati i 63.712 posti totali per il prossimo concorso cosi suddivisi 

Nel dettaglio, i posti per grado sono:

- Infanzia 7.237 (6.933 comuni e 304 di sostegno)

- Primaria 21.098 (17.299 comuni e 3.799 di sostegno)

- Secondaria di I grado 16.616 (15.641 comuni e 975 di sostegno)

- Secondaria di II grado 18.255 (17.232 comuni e 1.023 di sostegno)

A questi si aggiungono 506 posti relativi a tutti i gradi di istruzione che saranno banditi sulla nuova classe di concorso A023, quella relativa all'insegnamento dell'italiano come lingua seconda. 

I bandi saranno tre: per infanzia e primaria, secondaria di I e II grado, sostegno. Confermata l'assenza della prova preselettiva. Si procederà con lo scritto che si svolgerà interamente al computer.

Lo scritto prevede 8 domande sulla materia di insegnamento di cui 2 in lingua straniera (inglese, francese, tedesco o spagnolo, obbligatoriamente l'inglese per la primaria).

I quesiti saranno: 6 a risposta aperta (di carattere metodologico e non nozionistico) e 2 (quelle in lingua) a risposta chiusa. Le due domande in lingua prevedono, in particolare, cinque sotto-quesiti, ciascuno a risposta chiusa. 

Lo scritto avrà una durata di 150 minuti. Mentre sono previsti 45 minuti per l'orale: 35 per una lezione simulata e 10 di interlocuzione fra candidato e commissione. Nella valutazione dei titoli si valorizzeranno, fra l'altro, i titoli abilitanti, il servizio pregresso, il dottorato di ricerca, le certificazioni linguistiche.

 

Concorso Notizie
Sintesi Nazionale

ANNO DI PROVA – ISCRIZIONE PIATTAFORMA INDIRE

 

Dal 18 febbraio è operativo l'ambiente online di supporto al periodo di formazione e prova dei circa 90mila docenti assunti nell'anno scolastico 2015/2016.

La piattaforma consente l'elaborazione del curriculum formativo e del bilancio di competenze iniziale e finale; offre supporto nella progettazione, documentazione e riflessione su due attività didattiche e permette un accesso guidato a molteplici materiali di studio.

L'ambiente raccoglie inoltre i questionari di monitoraggio delle varie fasi della formazione: incontri iniziali e finali, laboratori formativi, attività peer to peer e formazione online.

La durata della formazione online è stimata in 20 ore , ma non è previsto il tracciamento automatico delle attività svolte sulla piattaforma.

 

Attenzione! Al momento le iscrizioni sono aperte solo per i docenti neoassunti. I tutor potranno iscriversi all'ambiente solo in seguito.

 

E' compito delle singole scuole programmare l'incontro dei docenti neoassunti con il comitato di valutazione.

 

Procedura prima iscrizione

http://neoassunti.indire.it/2016/faq.html

 

richiesta assistenza

http://neoassunti.indire.it/2016/ticket.php

 

Indicazioni procedura iscrizioni

Graduatorie di Istituto seconda fascia, news 17 febbraio: il DDG 89 del 16/2 per l'elenco aggiuntivo.

 
Il decreto della direzione generale N. 889 del 16 febbraio 2016 del  Ministero dell'Istruzione fornisce  le istruzioni inerenti 'integrazione delle graduatorie di Istituto, dando attuazione al precedente decreto ministeriale N. 326 dello scorso 3 giugno 2015.
La domanda potrà essere presentata dai docenti abilitati non inseriti nelle graduatorie di II fascia. 
 

Sarà possibile, dunque, presentare domanda attraverso il modello A3 (per la nuova abilitazione) e A5 (per la specializzazione sul sostegno) e conseguire la precedenza per le supplenze rispetto a chi, invece, non possiede l'abilitazione o la specializzazione. 

Ricordiamo quelle che sono le scadenze fissate dal Miur per la presentazione delle domande. Per quanto riguarda il modello A3, questi andrà inviato tramite posta elettronica certificata oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno entro il 7 marzo prossimo; è consentita anche la consegna a mano presso l'istituzione scolastica prescelta. Per quanto concerne, invece, il modello A5 relativo alla specializzazione sul sostegno, si potrà inviare domanda dal 10 al 30 marzo (termine massimo le ore 14) esclusivamente per via telematica, collegandosi al portale Istanze Online.

allegati : 

Registro ufficiale
Modello A3
Modello A5
Registro Decreti

MOBILITA’

Ancora una volta i sindacati cedono ai ricatti

Basta con la casta   

 

Ancora una volta i grossi sindacati hanno firmato un contratto sulla mobilità che non tutela nessuno , il CONITP  è stato fin dall’inizio forte  oppositore del contratto proposto dal MIUR sulla mobilità , in particolare il CONITP riteneva che si dovesse tutelare i docenti assunti in ruolo nella fase “ B “ e “C” prevedendo la  possibilità di trasferimento almeno nella regione di residenza attraverso la  restrizione del numero  degli ambiti da richiedere nella domanda di mobilità  e non prevedendo una mobilità Nazionale.

Tutto questo è sempre opera dei sindacati rappresentativi che sono facilmente ricattabili dalla politica , infatti , non tutti sanno che lo stato per gli esoneri dei sindacalisti di  cgil, cisl, uil , gilda e snals  sborsa un costo annuo valutabile in circa 116.467.000 euro, pertanto , facilmente ricattabili dal Governo.

Inoltre ai sindacalisti in esonero vengono garantiti dal Governo tantissimi altri diritti , punteggi di continuità, trasferimenti etc. privilegi di casta consolidati nel tempo 

Il CONITP sono anni che chiede al Governo di eliminare questo privilegio che costa milioni di euro al Governo. Gli esoneri e permessi  dovrebbero essere retribuiti dai sindacati direttamente dal fondo che gli iscritti versano con la sottoscrizione della delega.

Oggi ci ritroviamo di fronte all’ennesimo accordo tra sindacati e governo a scapito dei tanti docenti assunti nella fase “B” e “C” che saranno costretti alla lotteria dei trasferimenti Nazionali senza alcuna forma di tutela.

Il CONITP ancora una volta invita tutti i docenti a strappare le tessere di questi pseudo sindacati che da anni stipulano accordi sotto banco con i Governi che si susseguono in cambio di privilegi , nomine ai vertici di istituzioni, politiche  e tutele personali.

Pagina 9 di 14