Con il DPR n.133 del 31 luglio 2017 sono state apportate integrazioni al DPR n.87/2010 riguardante il riordino degli Istituti Professionali.


La revisione dei percorsi dell’istruzione professionale, come stabilita nel Decreto Legislativo n.61/2017, in sintonia con quanto stabilito nei commi 180 e 181 della Legge 107/2015, non prevede, per il prossimo anno scolastico, alcuna modifica in relazione alla valutazione e ai titoli finali previst…

Con il Decreto Legislativo n.61 del 13 aprile 2017 viene disciplinata, in coerenza con gli obiettivi e le finalità individuati dalla legge 107/2015, la revisione dei percorsi dell’istruzione professionale, in raccordo con quelli dell’istruzione e formazione professionale (IeFP), attraverso la ridefi…

 

 
ALLEGATO 4 CORRELAZIONE TRA QUALIFICHE E DIPLOMI IEFP E INDIRIZZI DEI PERCORSI QUINQUENNALI DELL’ISTRUZIONE PROFESSIONALE
Decreto legislativo 13 aprile 2017, n.61, articolo 3, COMMA 3
 
ALLEGATO 1  Il profilo di uscita dei percorsi di istruzione professionale per le attività e gli insegnamenti di area generale

Disponibile la tabella che suddivide per ogni regione, il numero dei partecipanti per classe di concorso o posto di sostegno.

Come già detto, i numeri più rilevanti sono per il Sostegno Scuola secondaria superiore e A046 Scienze Giuridico Economiche.

Ricordiamo che i partecipanti sosterranno una prova orale di natura metodologico didattico non selettiva. Il voto della prova unito a quello dei titoli servirà per formare la graduatoria di merito regionale dalla quale, all’esaurirsi di GaE e GM concorso 2016, sarà possibile assumere per la partecipazione al 3° del FIT (Formazione e Tirocinio), superato il quale il docente diventerà a tutti gli effetti a tempo indeterminato.

in allegato le regioni dove si svolgeranno i concorsi 

AUMENTI E ARRETRATI NON SARANNO POSSIBILI NEL CEDOLINO DI APRILE

 

Aumenti e arretrati non saranno possibili nel cedolino di aprile , la cui esigibilità è confermata per il 23 aprile per il personale a tempo indeterminato e il personale con supplenza al 31 agosto o 30 giugno. Potrebbe esserci però una emissione speciale per gli arretrati, come accaduto per gli statali.

 

PRECARI

Gli incrementi degli stipendi riguarderanno anche i docenti precari , che , durante il periodo di supplenza, ricevono sempre uno  stipendio riferito al primo scaglione di anzianità (0-8).

 

PENSIONATI 

Gli arretrati riguardano anche chi è andato in pensione dal 1° settembre 2016 o 1° settembre 2017.

DURATA

Il CCNL ha validità triennale e riguarda gli anni 2016, 2017 e 2018. La sua scadenza, pertanto, è fissata al 31 dicembre 2018.

 

 

CATEGORIA

FASCIA

AUMENTO STATO

AUMENTO LORDO NETTO

INFANZIA E PRIMARIA

0-8

85,50

41 EURO

 

9-14

86,50

 

 

15-20

88,80

 

 

21-27

89,80

 

 

28-34

93,70

 

 

+35

97,70

46 EURO

 

 

 

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

0-8

85,50

41 EURO

 

9-14

87,50

 

 

15-20

89,80

 

 

21-27

92,80

 

 

28-34

101,70

 

 

+35

906,70

50 EURO

 

 

 

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO  ITP

0-8

85,50

41 EURO

 

9-14

86,50

 

 

15-20

89,80

 

 

21-27

91,80

 

 

28-34

95,70

 

 

+35

99,70

47 EURO

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

0-8

85,50

41 EURO

 

9-14

88,50

 

 

15-20

91,80

 

 

21-27

97,80

 

 

28-34

106,70

 

 

+35

110,70

52 EURO

 

Personale ATA

Collaboratore scolastico

0-8

80,40

37 EURO

 

9-14

82,40

 

 

15-20

83,40

 

 

21-27

85,40

 

 

28-34

86,40

 

 

+35

89,40

42 EURO

 

Assistente tecnico /amministrativo

0-8

82,20

38 EURO

 

9-14

82,20

 

 

15-20

84,20

 

 

21-27

85,20

 

 

28-34

87,20

 

 

+35

89,20

42 EURO

 

Addetto aziende agrarie

0-8

82,20

38 EURO

 

9-14

82,20

 

 

15-20

84,20

 

 

21-27

85,20

 

 

28-34

87,20

 

 

+35

89,20

42 EURO

 

DSGA

0-8

81,50

38 EURO

 

9-14

85,50

 

 

15-20

86,50

 

 

21-27

90,50

 

 

28-34

98,50

 

 

+35

105,50

50 EURO

 

 

In allegato calcolo arretrati

Proposte del CONITP

Il CONITP , visto i tanti errori dei Governi precedenti auspica in una collaborazione fattiva con il prossimo Governo e senso di responsabilità da parte di tutte le forze politiche presenti in parlamento , a tal fine presenta a tutti i partiti politici le seguenti osservazioni e richieste al fine di migliorare il sistema scolastico e  per la salvaguardia di docenti e ATA:

 

1)   Abolizione dell’eccesso  potere attribuito dalla legge 107/2015  ai dirigenti scolastici

2)   Ripristino organici del personale ATA tagliati;  

3)   Individuare criteri per trasferire tutti i docenti finiti a causa della Legge 107/2015 fuori regione e creare le condizioni per farli rientrare nelle proprie province o almeno regioni ;

4)   Tutela dell’istruzione professionale e tecnica e degli organici ;

5)   Aumento  ore ITP e mantenimento del biennio comune ( no a scelta dal 1 anno del percorso specifico da seguire soprattutto per il settore alberghiero) ;

6)   Eliminazione della chiamata diretta ;

7)   Aumenti stipendiali adeguati ( ridicolo l’aumento attribuito a docenti e ATA dal Governo Renzi ) ;

8)   Definire le attività di potenziamento in modo concreto ed efficace;

9)   Definire i criteri di supplenze per i docenti di potenziamento , stabilendo un tetto massimo;

10 )Creare un organico di potenziamento per la scuola dell’infanzia;

11 )Abolire le classi pollaio ( classi con max 20 alunni) ;

12 ) Mandare in pensione il personale con 62 anni di età e 35 di contributi  per creare altri posti di lavoro;

13 ) bloccare i concorsi ed assumere prima tutti gli abilitati e idonei dei concorsi ;

14 )Riapertura GAE per i docenti abilitati e diplomati magistrali con imminente immissione in ruolo;

15 ) attribuire maggiori fondi per il funzionamento tenendo presente un maggiore fondo per  le istituzioni scolastiche che svolgono attività di laboratorio;

16 ) Abrogazione  legge 107/15 comma 131 di 36 mesi per le supplenze su posto vacante e disponibile ( la norma prevede che per la copertura di posti vacanti e disponibili, docenti e ATA non possono superare la durata complessiva di trentasei mesi, anche non continuativi, se si supera questo limite non è possibile più accettare supplenze ) ;

17 ) Istituire norme certe in tutela dei precari  docenti e ATA  con  MAGGIORI  penalizzazioni ( economiche e penali)   ai dirigenti scolastici che attribuiscono supplenze senza seguire l’ordine di graduatoria;

18 ) aumento stipendiali per tutto il personale ATA visto l’aumento di compiti e incombenze  che il MIUR ha attribuito negli ultimi anni ;

Esami Stato II grado, Presidente Commissione: chi deve e chi può presentare domanda

 

Dal 19 marzo al 4 aprile 2018, il personale interessato può presentare domanda di partecipazione alle Commissioni degli esami conclusivi del secondo ciclo di istruzione, in qualità di Presidente e/o Commissario. Il personale universitario o AFAM presenta domanda entro il 6 aprile.

Le domande sono presentate: tramite istanze online dal personale scolastico; inmodalità cartacea dal personale universitario e AFAM. P

 

Vediamo in questa scheda qual è il personale scolastico obbligato a presentare domanda, in qualità di Presidente, e quale ne ha soltanto facoltà.

E’ il punto 2.c. “Obblighi e facoltà del personale scolastico” della circolare n. 4537/2018 a fornire istruzioni in merito.

OBBLIGO

Devono presentare domanda di partecipazione come presidente:

  • i dirigenti scolastici delle scuole secondarie di secondo grado;
  • i dirigenti scolastici  di istituti di istruzione statali nei quali funzionano corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado;
  • i dirigenti preposti ai convitti nazionali e agli educandati femminili.

 

FACOLTÀ

Hanno facoltà di presentare domanda di partecipazione come presidente:

  • dirigenti scolastici in servizio degli istituti statali di istruzione primaria, in possesso di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado;
  • i docenti a tempo indeterminato delle scuole secondarie di secondo grado, con almeno dieci anni di servizio di ruolo, compresi in graduatorie di merito nei concorsi per dirigente scolastico;
  • i docenti a tempo indeterminato, con almeno dieci anni di ruolo, che abbiano svolto per almeno un anno nell’ultimo triennio, compreso l’anno in corso, le funzioni di dirigente scolastico incaricato nelle scuole statali secondarie di secondo grado;
  • i docenti a tempo indeterminato delle scuole secondarie di secondo grado, con almeno dieci anni di servizio di ruolo, che abbiano svolto per almeno un anno nell’ultimo triennio, incluso l’anno in corso, le funzioni di collaboratore del DS nelle scuole statali di istruzione secondaria di secondo grado;
  • i docenti a tempo indeterminato di scuola secondaria di secondo grado, compresi  gli ITP con insegnamento autonomo e quelli con insegnamento in compresenza di cui all’articolo 5 della L. n. 124/1999 – con almeno dieci anni di servizio di ruolo;
  • i professori universitari di prima e seconda fascia, anche fuori ruolo;
  • i ricercatori universitari confermati;
  • i direttori delle istituzioni A.F.A.M.;
  • i docenti di ruolo delle istituzioni A.F.A.M.;
  • i docenti in servizio in scuole secondarie di secondo grado, con rapporto di lavoro a tempo parziale, compresi gli ITP con insegnamento autonomo e quelli con insegnamento in compresenza di cui all’articolo 5 della L. n. 124/1999, che siano in una delle condizioni indicate dall’art. 5 del D.M. n. 6/2007;
  • i docenti di sostegno, con abilitazione all’insegnamento nella scuola
    secondaria di secondo grado, che siano in una delle condizioni indicate
    dall’articolo 5 del D.M. n. 6/2007 e che non  abbiano seguito durante il corrente anno scolastico candidati con disabilità che partecipano all’esame di Stato, in quanto deve essere assicurata la presenza dei docenti medesimi durante gli esami;
  • i docenti di religione, con abilitazione all’insegnamento nella scuola
    secondaria di secondo grado, con contratto a tempo indeterminato in istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali, che siano in una delle condizioni indicate dall’articolo 5 del D.M. n. 6/2007;
  • i dirigenti scolastici e i docenti in situazione di disabilità o che usufruiscono
    delle agevolazioni di cui all’art. 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 e
    successive modificazioni: i docenti devono essere in una delle condizioni
    indicate dall’articolo 5 del D.M. n. 6/2007;
  • i dirigenti e i docenti, già di ruolo in istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali, collocati a riposo da non più di tre anni (incluso l’anno in corso).

ESCLUSIONE DIRIGENTI SCUOLE SECONDARIE PRIMO GRADO E ISTITUTI COMPRENSIVI

I dirigenti scolastici delle scuole secondarie di primo grado e degli istituti comprensivi non possono partecipare agli esami di Maturità in qualità di Presidenti, in quanto impegnati a presiedere le Commissioni dell’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione, secondo quanto previsto dal D.lgs. n. 62/2017 e dal successivo DM n. 741/2017. 

Bando 24 mesi ATA. scadenze 

 

Gli Uffici Scolastici Regionali stanno pubblicando i bandi o gli avvisi di pubblicazione per l’aggiornamento delle graduatorie 24 mesi degli ATA.

possono presentare domanda coloro che sono in possesso di 24 mesi ( ovvero 23 mesi e 16 giorni ) di servizio come personale ATA in scuole ,esclusivamente ,statali. 

L’articolo è in continuo aggiornamento.

Abruzzo scadenza 19 aprile  2018

Campania   scadenza 13 aprile  2018

Lazio   scadenza 05 aprile  2018

Lombardia  scadenza 19 aprile 2018

Marche  scadenza 28 marzo 2018

Piemonte   scadenza 19 aprile 2018

Puglia scadenza 19 aprile 2018

Sardegna scadenza 16 aprile 2018

Sicilia   scadenza 19 aprile 2018

Toscana scadenza 19 aprile 2018

Umbria scadenza 19 aprile 2018

Veneto scadenza 18/04/2018

Emilia Romagna  scadenza 19 aprile 2018

Friuli Venezia Giulia scadenza 19 aprile 2018

Liguria scadenza 20 aprile 2018

Basilicata scadenza 19 aprile 2018

Molise scadenza 19 aprile 2018

 

Si comunica che coloro che hanno maturato 24 mesi in III fascia , devono presentare domanda di inclusione nelle graduatorie permanenti nella provincia di inclusione in III fascia .

Il MIUR ha pubblicato la nota 11117 del 27 febbraio 2018 con le indicazioni agli Uffici Scolastici Regionali per la predisposizione dei bandi a livello regionale dei concorsi per soli titoli per l’anno scolastico 2017/2018 per i profili professionali del personale ATA dell’area A e B - 24 mesi.

bandi degli USR, da emanare entro il 20 marzo, fisseranno anche i termini per la presentazione delle domande. Le graduatorie saranno pubblicate a livello provinciale e saranno utilizzate per le assunzioni e le supplenze del 2018/2019.

La nota ricalca sostanzialmente quella dell’anno precedente, richiamando ancora una volta, in relazione ai requisiti generali di ammissione, la previsione contenuta nell’articolo 38 del DLgs 165/01, come modificato dall’articolo 7 della legge 97/13. 

È, altresì, valutabile come servizio svolto presso enti pubblici, come già previsto, anche il servizio civile volontario svolto dopo l’abolizione dell’obbligo di leva.

Nella nota è anche precisato che chi ha chiesto il depennamento per presentare domanda di terza fascia in provincia diversa può presentare la domanda di inserimento in questa nuova provincia, nelle more della pubblicazione delle nuove graduatorie d’istituto.

 

CONITP ( sindacato autonomo)

 

Ricorso gratuito

 

 

RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO RIVOLTO A DOCENTI E ATA PRECARI E DI RUOLO PER OTTENERE LO SBLOCCO DELL'INDENNITA' DI VACANZA CONTRATTUALE NEL PERIODO 2008-2018.

 

L’indennità di vacanza contrattuale è un elemento provvisorio della retribuzione previsto dal “Protocollo sulla politica dei redditi e dell’occupazione, sugli assetti contrattuali, sulle politiche del lavoro e sul sostegno al sistema produttivo” del 23 luglio 1993, al fine di tutelare i lavoratori nel caso di ritardi nella stipula dei rinnovi contrattuali.

Il predetto Protocollo individua le decorrenze, le misure percentuali e gli elementi della retribuzione che vanno a comporre l’indennità di vacanza contrattuale, stabilendo in particolare che:

– dopo 3 mesi di vacanza contrattuale venga corrisposto il 30% del tasso di inflazione programmata applicato ai minimi retributivi;

– dopo 6 mesi di vacanza contrattuale venga corrisposto il 50% del tasso di inflazione programmata applicato ai minimi retributivi.

Il ricorso, che sarà attivato dopo la pronuncia favorevole della Consulta, si propone un recupero medio mensile di 94,38 euro nel 2018 (stipendi medi di 1.500 euro), e di recuperare 2.127 euro di arretrati da settembre 2015 fino alla firma dell’ultimo CCNL Scuola.

Per partecipare al ricorso è necessario inviare la diffida predisposta dallo studio legale, finalizzata ad interrompere i termini di prescrizione.

 

 

GLI ISCRITTI POSSONO CONTATTARE LE SEDI CONITP PER INFO E AVERE I MODELLI DA INVIARE 

Mobilità 2018/19: firmato il contratto. Domande dal 3 aprile, presto l’Ordinanza Ministeriale

 

Firmato al Miur il contratto – ponte per la mobilità del personale docente, Ata ed educativo per l’a.s. 2018/19.

Si attende adesso l’Ordinanza Ministeriale che indicherà le date per la presentazione delle istanze.

Di seguito le date di presentazione delle domande di mobilità, di comunicazione al SIDI e di pubblicazione dei movimenti

PRESENTAZIONE DOMANDE

 

  • Personale docente: dal 3 al 26 aprile 2018
  • Personale educativo: dal 3 al 28 maggio
  • ATA: dal 23 aprile al 14 maggio 2018

 

COMUNICAZIONE AL SIDI

  • Scuola dell’Infanzia: 11 maggio 2018
  • Scuola Primaria:  11 maggio 2018
  • Scuola secondaria I grado: 5 giugno 2018
  • Scuola secondaria II grado: 22 giugno 2018
  • Personale educativo: 22 maggio 2018
  • Personale ATA: 22 giugno 2018

 

PUBBLICAZIONE MOVIMENTI

  • Scuola dell’Infanzia: 8 giugno 2018
  • Scuola Primaria: 30 maggio 2018
  • Scuola secondaria I grado: 25 giugno 2018
  • Scuola secondaria II grado: 10 luglio 2018
  • Personale educativo: 22 giugno 2018
  • Personale ATA: 16 luglio 2018

 

MOBILITA’ PROFESSIONALE VERSO LICEI MUSICALI

 

Comunicazione al SIDI:  8 maggio 2018

La pubblicazione dei movimenti dovrebbe avvenire in due step: prima per il personale di cui all’articolo 4 comma 9 e poi per quello di cui all’articolo 4 comma 10 del CCNI:

28 maggio 2018:

  • per il personale che ha insegnato per almeno dieci anni continuativi nella specifica disciplina nei soli istituti dove erano già attivate le sperimentazioni di ordinamento di liceo musicale;
  • per il personale che ha insegnato, nella specifica disciplina e nella medesima sede dei licei musicali istituti a partire dall’ a.s. 2010/11(4).

4 giugno:

  • per il restante personale aspirante al passaggio di cattedra o di ruolo.

ATA III fascia: dal 14 marzo al 13 aprile modello D3 scelta delle scuole, come iscriversi a Istanze Online. Nota Miur

 

 

LE DATE

14 marzo – 13 aprile (ore 14.00) il periodo utile

ISTANZE ON LINE

Il modello sarà on line, su Istanze on line. 

Al fine di garantire la corretta trasmissione delle istanze dell’allegato D3, restano disponibili le funzioni per la gestione delle domande da parte delle istituzioni scolastiche competenti, in quanto l’invio dell’ istanza presuppone che la corrispondente domanda di nuovo inserimento/aggiornamento/conferma sia stata già inserita al SIDI in una scuola della medesima provincia.

Pagina 1 di 11