Concorso ordinario infanzia e primaria, cosa studiare e come prepararsi

In cosa consiste l’esame?

Dal momento che le prove preselettive sono state cancellate sin dal Decreto Sostegni bis, la prova concorsuale si baserà su una prova scritta computer based, in una prova orale e nella valutazione dei titoli.

Prova scritta

Unica prova scritta (computer-based) con più quesiti a risposta multipla, volta all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese.

50 quesiti (ognuno di 4 risposte di cui una esatta, per un tempo complessivo di 100 minuti), saranno così suddivisi:

  • 40 sulla classe di concorso (allegato A al decreto del Ministro dell’istruzione 20 aprile 2020, n. 201);
  • 5 quesiti sull’informatica, che accertino le competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento;
  • 5 quesiti sulla lingua inglese, che accertino le conoscenze di lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo per le lingue.

Per i posti di sostegno i 40 quesiti verteranno sulle metodologie didattiche da applicarsi alle varie disabilità.

L’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato. Non ci sarà la previa pubblicazione dei quesiti.

Valutazione della prova

Ciascuna risposta esatta vale 2 puntizero punti valgono le risposte non date o errate. La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

Prova orale

I candidati che supereranno la prova scritta, accederanno all’orale. Il programma d’esame fa riferimento all’allegato A e valuta:

  • la padronanza delle discipline
  • la capacità di progettazione didattica efficace, sul fronte dei contenuti e delle metodologie
  • L’uso delle TIC nella progettazione didattica.

Per i posti di sostegno, si valuta anche la didattica speciale.

In cosa consiste la prova orale?

La prova orale consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC.

La valutazione della prova

La prova orale è valutata al massimo 100 punti e superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

Valutazione dei titoli

Ai titoli è attribuito un punteggio massimo di 50 punti.

L’Allegato B identifica i titoli di accesso, i titoli professionali, culturali e di servizio valutabili.

Il voto finale è espresso in duecentocinquantesimi.

Svolgimento in sicurezza

Le prove si svolgeranno nel rispetto del protocollo di sicurezza già previsto per le prove del concorso STEM, con alcune precisazioni: l’obbligo di presentare il certificato vaccinale e/o il referto di un test antigenico rapido o molecolare è sostituto dall’obbligo di presentare la Certificazione verde Covid-19.

 

Il giorno dell’esame

I candidati, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità, del codice fiscale e della ricevuta di versamento del contributo previsto per la partecipazione alla procedura concorsuale, devono presentarsi nelle rispettive sedi di esame.

Dovranno anche compilare un’autodichiarazione, in cui sottoscrivono l’assenza di sintomatologia riconducibile al Covid e di non essere sottoposti a misure di quarantena.



Download allegati: