GOVERNO INADEGUATO - Problemi nella scuola rimangono

SONO ANNI ORMAI CHE LA SCUOLA è GESTITA IN MANIERA INADEGUATA, si ignorano i veri problemi che andrebbero risolti e la politica  prospetta pseudo riforme del sistema dell’istruzione, sottintendendo che la scuola italiana non funziona, scaricando il problema sul personale scolastico.

La politica purtroppo non ascolta chi nella scuola lavora e attraverso il suo lavoro rende possibile il suo funzionamento è una denuncia che da anni il CONITP rivolge al MIUr E AI POLITICI.

Ormai i grossi sindacati fanno solo i loro comodi accordatosi con il Governo, il CONITP è rimasto sempre fuori da questi giochi di potere.

Il personale scolastico ATA  e docente è in balia di un Ministero che non sa più cosa inventarsi .

Negli ultimi anni SONO  stati commessi  ERRORI A RAFFICA lasciando docente e ATA nel limbo ( graduatorie sballate , nomine online effettuate senza indicazioni , assenza di  trasparenza etc. etc. etc. )

In questi mesi abbiamo sentito e continuiamo troppe volte a sentir parlare retoricamente di Priorità della scuola. Considerare prioritaria la scuola significa affrontare e risolvere i suoi problemi.

Problemi che la scuola italiana ha da anni, che non sono mai stati presi in considerazione e che sono esplosi in tutta la loro drammaticità con l’insorgere della pandemia.

  1. il primo problema riguarda l’edilizia scolastica. L’80% delle scuole italiane è ubicata in edifici che non sono stati pensati e progettati per l’attività didattica.
    2. Altro problema, non certo in ordine di importanza, riguarda il numero degli alunni per classe. Le classi di studenti delle nostre scuole sono numerosissime.
  2. altro problema di facile risoluzione ma mai affrontato e che  nella scuola italiana c’è un esercito di insegnanti precari che lavorano nell’assoluta instabilità senza continuità e possibilità di pianificare la loro attività e la cui precarietà è tutti gli anni causa di rallentamenti e disagi del sistema scolastico.
  3. con la pandemia si è aggiunto il problema GREEN PASS , a parere del CONITP l’obbligatorietà del vaccino non può essere imposta , siamo in uno stato libero e quindi ognuno può prendersi le sue responsabilità e rischi  , infatti , in tutta Europa non esiste un obbligatorietà .
  4. altro problema riguarda gli stipendi , questo Governo ha aumentato TUTTO ( carburanti , beni di prima necessità , gas, energia etc.) ma gli stipendi sono sempre bassi e inadeguati , oggi si parla di 100 euro di aumento in 3 anni , ciò vuol dire neanche 20 euro al mese netti.
  5. In Italia c’è una disuguaglianza nei confronti di DOCENTI E ATA precari , infatti ,si assiste ad una discriminazione durante le convocazioni, molte persone subiscono ingiustizie , che rimangono impunite dal MIUR , dirigenti che non rispettano le 24 ore per la presa di servizio ,convocazioni inviate in modo errato , dirigenti  che minacciano via telefono i convocati  chiedendo  competenze già  maturate per l’assunzione ,cosa che non si richiede nemmeno a dirigenti o  DSGA che si assumono attraverso pseudo concorsi nei vari settori lavorativi. Etc. etc. etc.
  6. altra problematica è il blocco triennale dei trasferimenti, provvedimento inutile che mette i docenti in condizioni poco serene.  Il blocco va eliminato subito fin dal prossimo aggiornamento e iposti disponibili per i trasferimenti vanno aumentaticon la riduzione del numero di alunni per classe.
  7. negli ultimi 2 anni sono state effettuate nomine online, non tutti gli uffici scolastici lo hanno fatto,  che hanno generato confusioni ed errori , poiché si utilizzano sistemi senza controlli alla base.
  8. Concorsi effettuati alla rinfusa ,  senza notizie certe , CONCORSI ..concorsi  …  senza una programmazione accurata e senza tutelare i precari che hanno acquisito esperienza sul campo.
  9. problema LSU che ha generato caos , gestito malissimo ,che ha creato  diminuzione di posti  e di ruoli al personale ATA.
  10. il personale ATA è continuamente sfruttato a causa della mancanza di norme certe e chiare , mentre i docenti sono poco tutelati dal MIUR  da dirigenti dittatoriali e DSGA ( che talvolta attaccano ed offendono il personale ATA e docente ) assunti da pseudi concorsi senza avere  competenze e conoscenze del settore.

La scuola ha bisogno di norme chiare e di stabilità , è inimmaginabile che ogni Governo che arriva e ogni ministro che mette piede a viale Trastevere cambia tutto disorientando tutti.

Il CONITP dice Basta con questi continui cambi e chiede di affrontare le problematiche scolastiche in modo serio e con continuità.

Il Ministero deve confrontarsi anche con noi del CONITP , poiché , le nostre critiche partono dai problemi reali della scuola. Il Ministero deve finirla di complottare con i soliti sindacati solo perché fa comodo avere gente che non contesta il loro lavoro.

Ecco questi sono i principali problemi della scuola italiana, non gli unici, ma quelli più urgenti, quelli che se risolti possono alzare e migliorare il livello dell’istruzione e della formazione dei nostri ragazzi.