approvato il decreto scuola - il CONITP contesta..

APPROVATO IL DECRETO SCUOLA ALLA CAMERA . Ecco le maggiori novità.

  • Esami di Stato scuola secondaria di I grado: Sarà semplificato, si procederà con la valutazione finale da parte del Consiglio di classe, prevedendo la consegna anche di un elaborato da parte degli studenti
  • Scuola secondaria di II grado: Previsto il solo colloquio orale. Resta ferma la necessità di raggiungere almeno il punteggio di 60/100 per ottenere il diploma. Tutti gli studenti avranno la possibilità di partecipare agli esami ,  tenendo conto delle difficoltà di quest’anno scolastico dovute al coronavirus.
  • Tutela privatisti all’esame di stato: Per i candidati privatisti all’esame di Stato conclusivo del II ciclo di istruzione che sosterranno l’esame nella sessione straordinaria di settembre, è previsto che partecipino alle prove di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nonché ad altre prove previste dalle università, istituzioni dell'alta formazione artistica musicale e coreutica e altre istituzioni di formazione superiore post diploma, a procedure concorsuali pubbliche, selezioni e procedure di abilitazione, comunque denominate, per le quali sia richiesto il diploma di scuola secondaria di secondo grado, con riserva del superamento dell'esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione.
  • Reiscrizione alunni disabili all’anno scolastico su richiesta motivata delle famiglie: Solo per l’a. S. 2019-2020, la scuola potrà valutare l’opportunità di consentire la reiscrizione dell'alunno con disabilità al medesimo anno di corso frequentato nell'a.s. 2019-2020, sulla base della richiesta della famiglia, sentito il parere del gruppo di lavoro per l'inclusione a livello di istituzione scolastica. In tal modo sarà possibile recuperare quanto previsto dal Pei che a causa dell’emergenza epidemiologica ha tardato o impedito l’acquisizione delle competenze da parte dell’alunno disabile.
  • Precari, cambia il concorso straordinario per l’ingresso nella scuola secondaria di I e II grado. Sostituzione della prova scritta computer based di 80 quesiti a risposta multipla, con quesiti a risposta aperta da eseguire sempre al PC.
  • Graduatorie di istituto seconda e terza fascia diventeranno provinciali, saranno riaperte e aggiornate. Entro il 15 giugno pubblicata ordinanza. Dal 1° luglio molto probabilmente presentazione istanze tramite la piattaforma istanze on line.
  • Misure urgenti per interventi di riqualificazione dell’edilizia scolastica:Per garantire di procedere velocemente con l’esecuzione di interventi di edilizia scolastica, i Sindaci e i Presidenti delle Province e delle Città metropolitane operano con i poteri dei commissari fino al 31.12.2020.
  • Valutazione scuola primaria: Dal prossimo anno i voti in decimi per valutare gli alunni, saranno sostituiti dai giudizi che verranno riportati nel documento di valutazione.
  • Call-veloce per la scuola primaria e scuola dell’infanzia la fascia aggiuntiva si collocherà dopo il concorso straordinario 2018
  • Operazioni avvio anno scolastico: rinviato al 20 settembre 2020 il termine ultimo per completare le operazioni di immissioni in ruolo, utilizzazioni e assegnazioni provvisorie.

 

Il CONITP in merito esprime la propria contrarietà al decreto Legge .

In particolare il Governo non ha affrontato diverse problematiche:

1)      Ai precari della scuola con anni di servizio  con l’approvazione del decreto va richiesto un concorso straordinario che NULLA HA DI STRAORDINARIO, sarà un vero è proprio concorso.

2)      I precari con anni di servizio non sono stati tutelati , il CONITP ha richiesto un PAS per abilitarsi e graduatorie per solo titoli per l’immissione in ruolo, ma tutto vanificato da un Governo sordo e incapace di risolvere i problemi.

3)      I docenti di ruolo assunti fuori provincia non avranno garanzie di entrare nelle proprie province poiché gli organici sono stati tagliati e non aumentati ;

4)      Gli assunti FIT 2019 non hanno avuto alcuna tutela ;

5)      Rimane il blocco quinquennale per i docenti assunti FIT , il CONITP continua a richiedere l’annullamento del blocco;

6)      Il personale ATA come sempre bistrattato e mai considerato ,nonostante le proposte del CONITP che continua a chiedere maggiori tutele, compiti chiari , trasparenti  equi ,  una rivisitazione delle norme di sicurezza , e una maggiore retribuzione ;

7)      Non vengono stabilizzati i docenti delle GAE e concorsi 2016 e 2018 , si rischia  che chi ha vinto i concorsi venga scavalcato.

8)      Nessun aumento di personale ATA, anzi contrariamente a quanto affermato dal Ministro 5 stelle , al sud gli organici sono stati tagliati;

9)      Stessa cosa per il personale docente, tagliate molte classi , diversamente da come sbandierato dal Governo , molti docenti si sono ritrovati soprannumerari e gli istituti si ritrovano con classi strapiene a danno anche degli alunni disabili.