IL GOVERNO DIVIDE L'ITALIA -Docenti e ATA discriminati - Vergognoso

Autonomia, un miliardo di euro in più a Veneto e Lombardia per la scuola.

Il CONITP giudica vergognosa questa politica

 

Un miliardo di euro in più per Veneto e Lombardia

Al Veneto grazie all’Autonomia potrebbe arrivare un miliardo di euro in più per la scuola, stesso per la Lombardia.

Resta da capire i due miliardi che andranno a Veneto e Lombardia come saranno recuperati, se tagliando alle altre regioni.

L’idea del Veneto è quello di mettere in piedi lo stesso sistema dei costi standard che ha messo in ginocchio la sanità delle regioni del Sud.

Un meccanismo trova pieno dissenso nel CONITP  nei confronti dell’autonomia delle regioni ricche.

Altra questione  è il pericolo della differenziazione salariale dei docenti del Nord e del Sud a discapito di questi ultimi, parlando anche di gabbie salariali,  i docenti del Sud potrebbero subire una differenza salariale di 300 euro rispetto ai colleghi del Nord.

Per questo motivo il CONITP lotterà contro questa discriminazione territoriale che è partita poiché bisogna difendere  l’unità nazionale, parità di condizioni per tutti i cittadini italiani, livelli di prestazione uguali per tutti. Non saremmo più un Paese Unito e in ogni regione si realizzerebbero delle discriminazioni incontrollabili per docenti, dirigenti ,ATA e studenti. Avremmo un diritto allo studio differenziato.

Un pericolo “che potrebbe produrre ben presto fratture e divisioni territoriali drammatiche , Acuire squilibri regionali porterebbe a riaccendere migrazioni dal sud al nord di studenti, ricercatori e professori universitari creando sovraffollamenti che andrebbero a ridurre la qualità delle stesse università delle regioni che vogliono questo tipo di autonomia. Ci sono serie  preoccupazione che i cittadini del Sud saranno “di serie B” la scuola rappresenta Libertà e autonomia che sarebbero negate dal nuovo centralismo regionale.

ORMAI CON QUESTO GOVERNO E’ STATA AVVIATA LA DIVISIONE DELL’ITALIA 

IL CONITP  DICE NO