NO alla stabilizzazione degli LSU nelle scuole come collaboratori scolastici.

Il CONITP DICE NO alla stabilizzazione nelle scuole come collaboratori scolastici degli LSU -voluta dai 5 stelle. 

Il CONITP è vicino ai collaboratori scolastici in questa battaglia

 

In questi mesi arrivano decine di rimostranze da parte di personale ATA ( collaboratore scolastico ) inserito nelle graduatorie di I, II e III fascia, che lamentano i probabili provvedimenti del Governo che vorrebbero stabilizzare 12.000 LSU nella scuola nel profilo di collaboratore scolastico.

Il CONITP lotta da anni contro questo eventuale provvedimento fa presente che i contratti di appalto nelle scuole  gestiti dalle cooperative sono un anomalia creata dalla politica per acquisire voti e fino ad oggi grazie alla nostra continua persuasione , nessun Governo ha stabilizzato gli LSU come collaboratori comprendendo l’anomalia che si andrebbe a creare.

Il CONITP  fa presente  che ci sono circa 2 milioni di persone che hanno fatto domanda nelle graduatorie di 1,2 e 3 fascia e la stabilizzazione degli LSU sottrae posti a queste persone che aspirano ad un lavoro come ATA.

 

Non è possibile stabilizzare gli LSU come collaboratori scolastici , trovando la scappatoia del provvedimento in parlamento , gli LSU vanno stabilizzati in altri  enti ( provincia, comune etc. ) ma non  nella scuola dove le norme per l’assunzione sono chiare , e cioè , tramite graduatorie per titoli .

 

Il movimento 5 stelle ,maggiore  partito che spinge per la stabilizzazione , deve rispettare i 2 milioni di persone inseriti nelle graduatorie che con grandi sacrifici , per raggiungere la stabilizzazione, lavorano da anni spesso fuori regione per cumulare punti per scalare le graduatorie.

Inoltre è da sottolineare che molti LSU non sono nemmeno in possesso del titolo di studio attualmente richiesto per l’inserimento nelle graduatorie.

 

Assumendo 12.000 LSU delle ditte di pulizia , in compiti spettanti ai collaboratori , si danneggiano coloro che sono regolarmente nelle predette  graduatorie e si danneggiano anche i collaboratori di ruolo  assunti fuori provincia che cercano di ricongiungersi alle proprie famiglie al sud ( assumendo gli LSU si tagliano posti per eventuali trasferimenti ).

 

Pertanto il CONITP continua a sostenere che gli LSU vanno stabiliti in altri enti ma non nella scuola  , IN QUANTO L’ASSUNZIONE NELLA SCUOLA è DISCIPLINATA DALLE GRADUATORIE .

 

La stabilizzazione degli LSU come collaboratore scolastico sarebbe un atto politico per accaparrarsi voti personali o per interessi particolari per l’assunzione di questa tipologia di personale che nulla c’entra con il profilo di collaboratore scolastico.