il CONITP augura BUON lavoro al nuovo Governo

AUGURI AL NUOVO GOVERNO

Il CONITP Augura al nuovo Governo e a tutta la squadra di ministri che si troveranno a gestire una fase estremamente delicata del nostro paese un Buon Lavoro ,  ricordando che il mondo scuola ha bisogno di un inversione di marcia ,  auspica in una collaborazione fattiva e senso di responsabilità , il sistema scolastico va migliorato , le infrastrutture adeguate.

Gli stipendi del personale della scuola vanno opportunamente rivisti , il personale va formato adeguatamente come anche i percorsi di studi vanno rafforzati, molte leggi esistenti vanno  riviste e modificate .

Il CONITP ,anche in linea con quanto affermato dalle compagini al Governo , ribadisce  la salvaguardia di docenti e ATA e della scuola in particolare come luogo di apprendimento :

 

1)   Abolizione dell’eccesso  potere attribuito dalla legge 107/2015  ai dirigenti scolastici ;

2)   Ripristino organici del personale ATA tagliati negli ultimi 10 anni;  

3)   Individuare criteri per trasferire tutti i docenti, finiti a causa della Legge 107/2015 fuori regione , creando le condizioni per farli rientrare nelle proprie province o almeno regioni ;

4)   Tutela dell’istruzione professionale e tecnica e degli organici ;

5)   Aumento  ore ITP e mantenimento del biennio comune ( no a scelta dal 1 anno del percorso specifico );

6)   Eliminazione della chiamata diretta ;

7)   Aumenti stipendiali adeguati ( ridicolo l’aumento attribuito a docenti e ATA dal Governo Renzi ) ;

8)   Definire le attività di potenziamento in modo concreto ed efficace( no a docenti tappabuchi ) ;

10 )Creare un organico di potenziamento per la scuola dell’infanzia;

11 )Abolire le classi pollaio ( classi con max 20 alunni) ;

12 ) Mandare in pensione il personale con 62 anni di età e 35 di contributi  per creare altri posti di lavoro;

13 ) bloccare i concorsi ed assumere prima tutti gli abilitati e idonei dei concorsi ;

14 ) Immissioni in ruolo su tutti i posti vacanti e disponibili per il personale docente e ATA ;

15 )Riapertura GAE per i docenti abilitati e diplomati magistrali con imminente immissione in ruolo;

16 ) attribuire maggiori fondi per il funzionamento tenendo presente un maggiore fondo per  le istituzioni scolastiche che svolgono attività di laboratorio;

17 ) Abrogazione  legge 107/15 comma 131 di 36 mesi per le supplenze su posto vacante e disponibile ( la norma prevede che per la copertura di posti vacanti e disponibili, docenti e ATA non possono superare la durata complessiva di trentasei mesi, anche non continuativi, se si supera questo limite non è possibile più accettare supplenze ) ;

18 ) Istituire norme certe in tutela dei precari  docenti e ATA  con  MAGGIORI  penalizzazioni ( economiche e penali)   ai dirigenti scolastici che attribuiscono supplenze senza seguire l’ordine di graduatoria;

19 ) aumento stipendiali per tutto il personale ATA visto l’aumento di compiti e incombenze  che il MIUR ha attribuito negli ultimi anni ;

20 ) riformare la scuola primaria  introducendo il maestro prevalente e compresenze mirate ( creerebbero nuove cattedre ) ; 

21 ) abolizione del premio ai docenti che crea discriminazioni tra insegnanti  , utilizzare questi fondi per aumentare lo stipendi al personale della scuola ;

22 ) Non abbreviare i percorsi di studio , che taglierebbero migliaia di posti di lavoro ; 

23 ) Adeguare le strutture scolastiche in materia di sicurezza , rivedere le  infrastrutture fatiscenti e non adeguate;