CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI PROFILO DSGA

(Direttore Servizi Generali ed Amministrativi)

 

Tenuto conto della vacanza di posti in organico di diritto a livello nazionale per il profilo di DSGA, (circa il 20% delle II.SS.) con la legge di bilancio 2018 (L. 205/2017) il Ministero si è impegnato a colmare definitivamente questo vuoto d’organico. Al comma 335, infatti, si afferma che “è bandito entro il 2018, senza ulteriori oneri a carico della finanza pubblica, un concorso pubblico per l’assunzione di direttori dei servizi generali ed amministrativi, nei limiti delle facoltà assunzionali ai sensi dell’articolo 39, commi 3 e 3-bis, della legge 27 dicembre 1997, n. 449”.

Il ruolo e le attività del DSGA

Il ruolo del DSGA è ben chiarito nella tabella dei profili professionali del personale ATA allegato al contratto collettivo della scuola. Per l’area D (nella quale confluisce il solo profilo di DSGA) si specifica che il soggetto addetto a tali mansioni:

Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti, al personale ATA, posto alle sue dirette dipendenze.

Il DSGA, quindi, si pone al vertice della struttura scolastica per tutte quelle attività non direttamente riconducibili alla didattica e costituisce il primo referente di tutto il personale non docente dell’istituto al quale è preposto.

Sempre nella tabella sui profili professionali sono meglio dettagliati i compiti del DSGA, specificando che tale figura:

  • organizza autonomamente l’attività del personale ATA nell’ambito delle direttive del Dirigente scolastico
  • attribuisce al personale ATA, nell’ambito del piano delle attività, incarichi di natura organizzativa e le prestazioni eccedenti l’orario d’obbligo, quando necessario
  • svolge con autonomia operativa e responsabilità diretta attività di istruzione, predisposizione e formalizzazione degli atti amministrativi e contabili
  • è funzionario delegato, ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili
  • può svolgere attività di studio e di elaborazione di piani e programmi richiedenti specifica specializzazione professionale, con autonoma determinazione dei processi formativi ed attuativi
  • può svolgere incarichi di attività tutorialedi aggiornamento e formazione nei confronti del personale.
  • possono essergli affidati incarichi ispettivi nell’ambito delle istituzioni scolastiche

L’orario di lavoro previsto è di 36 ore settimanali, da gestire con autonomia e flessibilità durante la settimana lavorativa. La retribuzione base L.D., senza considerare indennità, retribuzioni accessori e anzianità, è di 1.853,23 euro.

 

I titoli per partecipare al concorso DSGA

Per ricoprire questo ruolo occorre un titolo di studio di livello superiore. Quali siano questi titoli lo indica sempre il contratto collettivo alla Tabella B (Requisiti culturali per l’accesso ai profili professionali del personale ATA). È quindi richiesta la laurea e nello specifico la:

  • Laurea in Giurisprudenza
  • Laurea in Scienze politiche, sociali o amministrative
  • Laurea in Economia e commercio

Ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009 sono da considerarsi equipollenti alle lauree prima citate quelle specialistiche (22/S, 54/S, 57/S, 60/S, 64/S, 70/S, 71/S, 84/S, 88/S, 89/S, 90/S, 91/S, 99/S e 102/S) o le relative lauree magistrali Laurea Magistrale (LMG-01, LM-52, LM-56, LM-62, LM-63, LM-77, LM-81, LM-87, LM-88, LM-90).

In deroga ai predetti titoli è consentito dal  comma 335 della L. 205/2017 che, “gli assistenti amministrativi che, alla data di entrata in vigore della presente legge, hanno maturato almeno tre interi anni di servizio negli ultimi otto nelle mansioni di direttore dei servizi generali ed amministrativi possono partecipare alla procedura concorsuale di cui al primo periodo anche in mancanza del requisito culturale di cui alla tabella B allegata al contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale del Comparto scuola sottoscritto in data 29 novembre 2007, e successive modificazioni”.

 

Modulo Formativo:

L’attività formativa prevede 24 incontri per un totale di ore 60 ore in presenza, con svolgimento preferibilmente nei fine settimana e in orario pomeridiano.

Sarà fornito inoltre ai corsisti materiali e slide di studio ed approfondimento.

Il concorso dovrebbe prevedere una prova preselettiva, due prove scritte e una orale.

La prova preselettiva dovrebbe articolarsi in 100 domande a risposta multipla sulle stesse materie delle prove scritte e di quella orale.

Le prove scritte dovrebbero riguardare i seguenti argomenti:

-Organizzazione della Repubblica e organizzazione del sistema istruzione;

-Diritto amministrativo;

-Contabilità di Stato (con particolare riferimento alla contabilità degli istituti scolastici);

-Diritto pubblico;

-L’autonomia scolastica;

-Il decentramento amministrativo;

- Il regolamento di contabilità;

- L’attività contrattuale nelle scuole

- Il rapporto di lavoro nelle amministrazioni pubbliche e nel comparto scuola;

-Le norme di sicurezza nei luoghi di lavoro;

-Il codice di accesso ai documenti amministrativi;

-Il codice della privacy

 

                                                                      

PROGRAMMA*

Parte I - Elementi di diritto pubblico
- Nozioni generali
- Fonti del diritto
- Diritti e libertà fondamentali
- Organi costituzionali e autonomie territoriali

Parte II - Elementi di diritto amministrativo
- Fonti, principi e organizzazione
- Atti, procedimenti, contrattazione e patologia
- Responsabilità e giustizia

Parte III - Contabilità di Stato
- I soggetti della contabilità pubblica, i vincoli europei, il bilancio e il rendiconto dello Stato
- I beni pubblici, la gestione del patrimonio statale, il federalismo
- L'attività contrattuale della pubblica amministrazione
- I controlli sulle amministrazioni pubbliche
- La dirigenza pubblica, la responsabilità dei pubblici funzionari


Parte IV - Ruolo, funzioni ed attività del DSGA
-Il sistema scolastico italiano dopo le recenti riforme
-L'evoluzione del profilo professionale del responsabile dei servizi generali e amministrativi
-La gestione amministrativo-finanziaria dell'istituto- Il Regolamento di contabilità delle II.SS.
-Il Programma Annuale

-Lo stato di attuazione del P.A. e le relative variazioni

-Il Conto Consuntivo

-La gestione del Patrimonio delle II.SS.

-Attività di controllo delle II.SS.

-Attività negoziale, le procedure di acquisto di beni e servizi nelle II.SS.

-Il Codice degli appalti e regolamento di contabilità
-La gestione amministrativa del personale

-Lo stato giuridico ed economico del personale con contratto a T.D.

-Lo stato giuridico ed economico del personale con contratto a T. I.

-Il CCNL comparto scuola - diritti e doveri

-I diritti sindacali e la contrattazione integrativa d'istituto

-I fondi PON-POR e relativa gestione/controlli

-Il Codice dell’Amministrazione digitale e la dematerializzazione

 

 

scheda di adesione da consegnare nelle sedi CONITP 

Download allegati: