Stampa questa pagina

PLENARIA - DIPLOMATI MAGISTRALI - incontri conitp per tutela

PELANRIA

STRATEGIE CONITP

PROPOSTE AL MIUR E PARTITI POLITICI da parte del CONITP

 

La sentenza del Consiglio di Stato n. 11/2017 non può certo lasciare soddisfatto il CONITP  che  ha sostenuto numerose azioni di ricorso amministrativo orientati ad affermare il diritto dei diplomati magistrali ad accedere alle GAE,

 il CONITP ha sempre rivendicato  il riconoscimento dell’inserimento in GAE  dei docenti con titolo magistrale.

Il CONITP più che mai è convinto che dietro questa sentenza c’è una volontà politica e una malafede dei giudici i quali potevano decidere già anni fa di non far accedere nessuno nelle GAE ( evitando di emettere centinaia di ordinanze e sentenze ) ,illudendo i docenti con il diploma magistrale. Una giustizia amministrativa, che prima riconosce e poi disconosce diritti acquisiti. Così si è venuto a creare un paradosso tra le sentenze già passate in giudicato e le sentenze comunque favorevoli sempre del Consiglio di Stato che hanno permesso l’assunzione anche a tempo indeterminato di alcuni docenti, La situazione è drammatica se si considera che centinaia di docenti in questi anni sono stati assunti a tempo indeterminato e che a causa di  giudici, instabili e volubili , si ritroveranno senza lavoro e senza ruolo .

I giudici, negli ultimi anni  hanno creato una confusione senza precedenti nel mondo scuola , chi dovrebbe garantire parità di diritti ha creato invece solo  disparità di trattamento e false illusioni.

Il CONITP , avvierà tutte le strategie per tutelare i diplomati magistrali , già nei  giorni 24/12/2017 e 27/12/2017 , il prof. Guastaferro Crescenzo  ha incontrato  dirigenti del Ministero e politici per risolvere il problema.

La proposta del  CONITP ,al vaglio dei politici e dirigenti MIUR,  è l’attivazione di una fase transitoria dove inserire tutti i diplomati magistrale , costituendo una graduatoria, anche regionale , da dove assumere i docenti in ruolo, un Estensione dell’art. 17 commi 2 e 3 del decreto legislativo 59/2017 anche ai docenti della  scuola primaria e dell’infanzia. Con l’estensione delle disposizioni del citato art. 17, si può ottenere per docenti di  infanzia e primaria l’inserimento in un elenco che diverrà a tutti gli effetti una sorta di coda  alle graduatorie ad esaurimento in corso di rapido esaurimento nelle regioni soprattutto del centro-nord..

Inoltre per le nomine per le supplenze si chiederà di costituire con urgenza una graduatoria poiché chi sarà cancellato dalle GAE non avrà possibilità  più di essere convocato.

Oltre a tutto il CONITP ha chiesto una tutela per i docenti  che hanno avuto l’immissione in ruolo , in quanto, questi docenti hanno un anzianità di servizio consistente e pertanto hanno acquisito un diritto ad avere un contratto a tempo indeterminato.