ancora errori e disagi - Il MIUR ha gestito male la scuola

Ancora errori e disagi nell’attribuzione degli incarichi annuali e graduatorie

Con la pubblicazione frettolosa delle graduatorie provinciali per le supplenze del personale docente e l’avvio di una procedura a dir poco discutibile nel conferimento degli incarichi annuali, ci sono miriadi di errori  da nord a sud Italia .

Graduatorie ripubblicate e ritirate, docenti saltati nella convocazione, pur avendo regolarmente inviato l’elenco delle preferenze, nomine conferite a docenti con punteggi totalmente sballati, centinaia di reclami non accolti lasciando la patata bollente nelle mani dei Dirigenti scolastici i quali dovrebbero provvedere al controllo dei titoli di chi viene nominato nelle loro scuole.

Insomma, la macchina ministeriale, tanto decantata dal ministro Azzolina ,va avanti in modo disordinato , l’importante è che vengano nominati dei supplenti , non conta se le graduatorie dalle quali vengono chiamati sono tutte errate, basta che ci sia qualcuno in cattedra.

Il CONITP ha sempre sostenuto che per elaborare graduatorie cosi come le aveva pensato il ministero c’è era bisogno di tempo sarebbe bastato pubblicare delle graduatorie provvisorie per eventuali rettifiche , ma  l’ordinanza ministeriale 60/2020 non lo prevede e quindi chi non vedrà accolto il proprio reclamo dovrà ovviamente ricorrere al TAR.

Il CONITP in merito comunica che i ricorsi al TAR vanno presentati entro i 60 giorni dall’ultima pubblicazione.